Il diritto globale. Giustizia e democrazia oltre lo Stato
0 0
Risorsa locale

Cassese, Sabino

Il diritto globale. Giustizia e democrazia oltre lo Stato

Abstract: Se l'economia ha scavalcato i confini degli Stati, lo stesso può dirsi degli Stati stessi, le cui funzioni essenziali si svolgono oltre il territorio nazionale: i militari impegnati sotto le bandiere dell'Onu e della Nato sono più dei militari italiani o di quelli francesi. Lo spazio giuridico globale è pieno di regimi regolatori settoriali, ciascuno con il suo sistema di norme e con un apparato chiamato a farle osservare. In esso operano circa duemila enti. Sono gli Stati che dànno l'investitura iniziale agli organismi globali. Ma, poi, l'azione di questi ultimi va oltre l'ambito statale. La globalizzazione giuridica deve far fronte a problemi diversi, quali il conflitto tra uniformità globale e differenze nazionali, la coesistenza di diversi regimi regolatori globali, la concorrenza di norme globali, norme nazionali e norme locali, la difficoltà di individuare i giudici competenti a risolvere conflitti che sono sia globali, sia nazionali. Come penetrano il diritto e i suoi principî (il due process of law, la ragionevolezza, la proporzionalità, l'obbligo di motivazione delle decisioni, la giustiziabilità) nello spazio globale? Quale ruolo vi svolgono i giudici? In assenza di una democrazia cosmopolitica, quale titolo hanno gli organismi globali di determinare standard - che i privati debbono rispettare - e di imporre vincoli agli Stati nazionali?


Titolo e contributi: Il diritto globale. Giustizia e democrazia oltre lo Stato

Pubblicazione: EINAUDI, 20/07/2021

EAN: 9788806196905

Data:20-07-2021

Nota:
  • Lingua: italiano
  • Formato: EPUB con DRM Adobe

Nomi:

Dati generali (100)
  • Tipo di data: data di dettaglio
  • Data di pubblicazione: 20-07-2021

Se l'economia ha scavalcato i confini degli Stati, lo stesso può dirsi degli Stati stessi, le cui funzioni essenziali si svolgono oltre il territorio nazionale: i militari impegnati sotto le bandiere dell'Onu e della Nato sono più dei militari italiani o di quelli francesi. Lo spazio giuridico globale è pieno di regimi regolatori settoriali, ciascuno con il suo sistema di norme e con un apparato chiamato a farle osservare. In esso operano circa duemila enti. Sono gli Stati che dànno l'investitura iniziale agli organismi globali. Ma, poi, l'azione di questi ultimi va oltre l'ambito statale. La globalizzazione giuridica deve far fronte a problemi diversi, quali il conflitto tra uniformità globale e differenze nazionali, la coesistenza di diversi regimi regolatori globali, la concorrenza di norme globali, norme nazionali e norme locali, la difficoltà di individuare i giudici competenti a risolvere conflitti che sono sia globali, sia nazionali. Come penetrano il diritto e i suoi principî (il due process of law, la ragionevolezza, la proporzionalità, l'obbligo di motivazione delle decisioni, la giustiziabilità) nello spazio globale? Quale ruolo vi svolgono i giudici? In assenza di una democrazia cosmopolitica, quale titolo hanno gli organismi globali di determinare standard - che i privati debbono rispettare - e di imporre vincoli agli Stati nazionali?

Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.